Accedi

Mi sento rinata dopo i 2 anni peggiori della mia vita

Mi sento rinata dopo i 2 anni peggiori della mia vita


La conquista della medaglia d’oro ai Mondiali di ciclismo regala a Letizia Paternoster una gioia incredibile. L’emozione è fortissima, l’azzurra non riesce a trattenere le lacrime. Sul podio ha gli occhi lucidi, le sembra di rivedere tutta la vita di questi ultimi anni in pochi attimi. “È stata una serata da sogno”.

La gioia per la conquista della medaglia d’oro è esplosa dentro. Letizia Paternoster piange e manda baci, ferma la bici ed è in lacrime. L’emozione è fortissima: la vittoria ai Mondiali di ciclismo di Roubaix in Francia è un’ondata di felicità. La cavalca sulla cresta e fa la storia travolgendo le avversarie. Cadono l’una dopo l’altra, tagliate fuori nella gara a eliminazione. La pistard di Cles resiste e conserva un po’ di energie per un finale bellissimo e uno sprint bruciante: l’americana Valente si arrende, la belga Kopecki tiene botta e incrocia lo sguardo con l’italiana. Come a dire: adesso siamo noi due, l’oro è cosa nostra. È cosa di Letizia che con il successo in terra transalpina lascia alle spalle i momenti più bui.

Ho vissuto una serata da sogno – ha ammesso Paternoster a caldo –. È arrivata dopo i due anni peggiori della mia vita. Mi sento rinata.

Due anni tremendi per quanto accaduto. Due anni sempre in bilico tra la malasorte e la voglia di riprendersi tutto quello che la (s)fortuna le aveva negato. Due anni col timore di non farcela, a combattere contro la vita che ti mette i bastoni tra le ruote. Nel 2019 un’auto la investe mentre si allena fra Arco di Trento e Riva del Garda: l’esito degli esami radiografici è una sentenza, frattura del polso.

Il 2020 sarà anche peggio: il Covid e l’infortunio al ginocchio sono zavorra per l’anima, le ambizioni e la carriera. Letizia si rialza e trova la forza per inforcare i pedali anche alle Olimpiadi. Ma è ai Mondiali che scaccerà del tutto i cattivi pensieri che l’hanno accompagnato a lungo. Il risultato straordinario chiude a doppia mandata da qualche parte il lungo periodo buio. Sul podio ha gli occhi lucidi: le sembra di rivedere tutta la vita di questi ultimi anni in pochi attimi, compresa la grande performance che le ha permesso di vincere la prima corsa d eliminazione femminile nella storia dei Mondiali su pista.

È la mia gara preferita su pista – ha aggiunto Paternoster – e anche per questo motivo mi sento molto gratificata per  essere stata la prima a conquistare il titolo iridato.





Leggi tutto

Questo articolo è stato scritto da Maurizio De Santis il 2021-10-21 23:23:05 ed è stato pubblicato su https://www.fanpage.it/sport/ciclismo/le-lacrime-doro-di-paternoster-mi-sento-rinata-dopo-i-2-anni-peggiori-della-mia-vita/

Post Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *