Carlo Carione Giornalista

Carlo Carione Giornalista

Palermo 31/12/1963 Napoli 21/02/2018

Average Reviews

In Memoria di

Dal sito di Radio KissKiss

Addio Carlo. Una persona perbene. Carlo Carione, giornalista della Rai, è morto stanotte all’improvviso. Un fulmine a ciel sereno. A 55 anni ci lascia un grande professionista, un cronista che ha saputo raccontare il mondo dello sport, e non solo, qui in Campania. Nato a Palermo ma puteolano d’adozione ha lavorato alla Rotopress, al Corriere del Mezzogiorno, Gazzetta dello Sport, a Il Mattino e poi alla Rai, prima come collaboratore e poi in pianta stabile. Carlo curava anche la stesura e la realizzazione di alcuni freepress che venivano distribuiti in prossimità delle gare interne del Napoli ed a suo tempo anche del Napoli Basket. “NapoliGol” ed “Alley oop” sono due sue creature perfette per contenuti e realizzazione grafica. Carlo in un libro scritto a 4 mani con Mario Canfora della Gazzetta dello Sport ha celebrato anche la promozione della Di Nola in serie A. Sempre cortese e prodigo di consigli per i colleghi più giovani ha saputo connotare la sua carriera professionale di grandi soddisfazioni, ma anche di alcuni dispiaceri. Appassionato e competente Carlo Carione è stato un esempio e spesso la sua gentilezza e disponibilità non è stata capita. Adesso che non c’è più si apprezzerà ancora di più la sua umanità. Addio Carlo, ci mancherai…

Il Denaro

Carlo Carione, cronista sportivo della Rai. Aveva appena compiuto 55 anni, era nato il 31 gennaio del 1963, a Palermo. E’ diventato giornalista giovanissimo, lavorando per un’agenzia di stampa partenopea, la Rotopress. Si è occupato prevalentemente di sport (Rai Sport, 90esimo Minuto). Ha iniziato a lavorare con la Rai nel luglio del 2000 per poi essere assunto a tempo indeterminato nel 2009. Nel suo ultimo servizio ha intervistato l’ex calciatore olandese Rudi Krol. Carlo lascia la moglie Cinzia e una figlia di 15 anni, Ludovica. Affranta la redazione della Tgr Campania che si sta stringendo in queste ore intorno alla sua famiglia nell’abitazione di Arco Felice, a Pozzuoli (Napoli). “Ci lascia un professionista serio, scrupoloso e sempre informato – dice Antonello Perillo, capo della redazione della Tgr Campania – un cronista estremamente competente, legatissimo alla famiglia. Un uomo sereno che porteremo sempre nel nostro cuore”.

Scrivi il tuo commento

Videos